Suore Passioniste
Menu
Con Maria credo nel Figlio di Dio

Con Maria credo nel Figlio di Dio

Il giorno 6 agosto 2...

Festa di Maria Addolorata

Festa di Maria Addolorata

La festa di Maria Ad...

ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE

ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE

L'albero della Croce...

Scuola Beata Giovanna

Scuola Beata Giovanna

La comunità educativ...

Atto riparativo

Atto riparativo

Amare i nemici Nel ...

Messaggio di solidarietà alle Suore Missionarie Saveriane

Messaggio di solidarietà alle Suore…

Pubblichiamo il mess...

Cisternino @ 100 anni…

Cisternino @ 100 anni…

Cisternino, 100 anni...

Novena di Maria Addolorata

Novena di Maria Addolorata

A te, piccola e umil...

Formazione delle Superiore a Casa Madre

Formazione delle Superiore a Casa M…

La formazione delle ...

Novena di Maria Addolorata

Novena di Maria Addolorata

Maria, Madre di Cris...

Prev Next
A+ A A-

Primo incontro CLP d'Italia e Portogallo

Sono trascorsi velocissimi i due giorni di incontro per le CLP d'Italia e di Portogallo, che per la prima volta si sono ritrovati insieme nella Casa Generalizia. Il gruppo, composto da circa 55 persone, uomini e donne di età e provenienza variegata, ha subito ritrovato la sua unità profonda nella comune chiamata a vivere la memoria passionis, cuore pulsante della grande Famiglia Passionista nella specifica  espressione consegnataci dalla fondatrice Maria Maddalena. Il tema: "Comunione allo stesso carisma: la CLP e le Suore Passioniste di San Paolo della Croce" ha voluto esprimere prima di tutto lo stupore e la lode al Crocifisso  Signore per il dono di questo nuovo e vivace germoglio della Congregazione che trova in Maria Maddalena, laica, un modello dalle risorse inesauribili. La presentazione dei vari gruppi, la presenza della comunità della Curia Generalizia e delle Sorelle che dalle due Province italiane accompagnano il cammino della CLP, la condivisione di riflessioni, preghiera, adorazione, l'agape fraterna... tutto ci ha fatto vibrare di gioia ed ci ha dato modo di sperimentare, laici e religiose, la bellezza del NOI-CHIESA e del NOI-PASSIONISTA.

Leggi tutto...

Prov. M. Maddalena Frescobaldi - Giubileo di Vita Consacrata

Con molta gioia ci uniamo alla celebrazione del Giubileo di Vita Consacrata di

Sr Luz Mila Bolivar, Sr Lia Ofelia Bedoya, Sr Blanca Ellida Román, Sr Blanca Inés Rendón e Sr Rosa Edilma Molina.

Carissime Sorelle, 25 anni di consacrazione al Signore come Passioniste sono un grande dono per voi, per la Congregazione, per la Chiesa e anche per i vostri popoli che hanno avuto la gioia del vostro servizio nella missione che la Provincia vi ha affidato. Certamente oggi rinnovate la vostra offerta in profonda unità con Gesù che, battezzato nel Giordano, ha confermato la sua volontà ferma di aderire pienamente al progetto del Padre.

Il SI che rinnovate con Lui è motivo di ringraziamento e lode al Signore per la vostra fedeltà. Grazie!

Possa il  Signore misericordioso benedirvi e rendere la vostra vita consacrata Passionista feconda di bene, profetica, capace di dissetare la fame e la sete di Dio che segna i nostri fratelli.

Auguri!

Leggi tutto...

Provincia Addolorata - Atto riparativo: la crisi della famiglia

I rapporti umani spesso si incrinano e in alcuni casi si frantumano irreparabilmente. È l'io in crisi di identità e senza riferimento stabile che diventa incapace di costruire la calda dimora di una sicura convivenza. Senza la coscienza dello scopo per cui vivere e del destino ultimo di gioia, l'uomo diventa insoddisfatto e scarica aggressività e paure nei rapporti con gli altri, i più vicini e diventa violento oppure, si deprime e si paralizza.

È stato necessario che Dio stesso venisse a convivere con noi, nella nostra carne, morisse per noi, per salvare e recuperare chi si era perduto: l'essere umano come capacità di amore e di convivenza a immagine e somiglianza di Dio Trinità...

Signore, la mancanza d'amore verso i fratelli è il segno più evidente che il cuore ha rotto il rapporto con Te; Ti chiediamo di infiammare i nostri cuori e quelli dei nostri fratelli perché, ovunque, la terra diventi dimora calda e accogliente per l'uomo bisognoso d'amore e soprattutto per il piccolo, il debole, il povero, l'ammalato, l'anziano e per ognuno di noi. In particolare ti preghiamo:

  • per le famiglie che vivono il disagio della separazione volontaria o forzata per malattia, povertà, lontananza, ma soprattutto per la rottura della comunione fra gli sposi;
  • per le famiglie che desiderano un figlio e per quelle che sono tentate di rifiutarlo, per quante non sono in grado di assistere i propri membri vecchi o malati e per quante li abbandonano;
  • per le famiglie religiose e le convivenze di consacrati, che vivono l'aridità dei rapporti affettivi e umani al loro interno e sono incapaci di attenzione continua, carità fervorosa, assistenza solidale, sacrificio per il bene dell'altro.

Impegno di vita: Mi impegno a vivere l'attenzione a chi vive con me e vicino a me con l'ascolto profondo, il giudizio misericordioso, la disponibilità a cambiare programmi e idee.

Leggi tutto...

Incontro delle CLP d'Italia

Comunione allo stesso carisma: la CLP e le Suore Passioniste

Promosso dal Consiglio Generale, nei giorni 11-12 gennaio si terrà, nella Curia Generalizia, il primo Incontro delle CLP d'Italia, a cui si unirà anche una rappresentanza del Portogallo con l'arrivo di Adelaide accompagnata da Sr Claudia Zapada. I gruppi, ciascuno nella sua realtà, stanno compiendo da anni il cammino di partecipazione alla spiritualità della Congregazione, accompagnato dall'impegno di varie Sorelle delle due Provincie italiane e fondato sul Progetto di Vita della CLP. Con questo primo incontro di tutti i gruppi, desiderato e chiesto più volte dagli stessi laici, si spera di creare vincoli più forti e visibili di comunione perché insieme, Suore e Laici, possiamo essere memoria viva della Passione di Gesù e del dolore di Maria.

Leggi tutto...

Provincia Addolorata - Atto riparativo: per le guerre... meno visibili

Scrive Papa Francesco nel recente messaggio per la Giornata Mondiale per la Pace:

"Alle guerre fatte di scontri armati si aggiungono guerre meno visibili, ma non meno crudeli, che si combattono in campo economico e finanziario con mezzi altrettanto distruttivi di vite, di famiglie, di imprese".
L'umanità, sotto il giogo delle nuove ideologie, è sempre più resa schiava di un esasperante individualismo ed egocentrismo a cui si aggiunge un dilagante consumismo materialistico. Tutto ciò sta drammaticamente modificando i legami sociali alimentati sempre più spesso da una "mentalità dello 'scarto', che induce al disprezzo e all'abbandono dei più deboli". I rapporti con gli altri sono valutati e instaurati in base alla convenienza economica tanto che tutti coloro, ritenuti più deboli e inutili, vengono emarginati.
Mai come in questa epoca, attraverso la globalizzazione, possiamo essere vicini e, paradossalmente, mai come in questa epoca siamo incapaci di sentirci fratelli!
Siamo incapaci di "produrre vincoli autentici di fraternità, poiché una fraternità priva del riferimento ad un Padre comune, quale suo fondamento ultimo, non riesce a sussistere". Solo riconoscendo tale Paternità, potremmo essere capaci di farci "prossimi", una prossimità che si spenda per la cura dell'altro.

Signore, con l'esempio del nostro padre San Paolo della Croce, di cui oggi ricordiamo la nascita, ti chiediamo la capacità di esercitare la vera carità fraterna e ti presentiamo le vittime di questa guerra silenziosa.

Vogliamo riparare:

  • Alle ingiustizie causate dalle politiche che non favoriscono un'equa distribuzione dei beni;
  • All'insensibilità e all'egoismo di chi possiede ricchezze;
  • Ai sistemi consumistici adottati nelle nostre società (ad es. aperture domenicali di esercizi commerciali e la loro fruizione, il non rispetto delle feste);
  • Alle sofferenze causate a chi viene considerato economicamente inutile;
  • A tutte le volte che manchiamo di amore fraterno nelle nostre comunità e negli ambienti in cui svolgiamo le nostre attività.

Impegno di vita:

Ci impegniamo a rivedere il nostro rapporto con i beni e a cogliere ogni buona occasione per maturare un equilibrato atteggiamento con le cose materiali.

Leggi tutto...

San Paolo della Croce: 320 anni e non li dimostra...

Il 3 gennaio facciamo memoria della nascita di San Paolo della Croce, il 3 gennaio 1694. Il primo biografo, San Vincenzo Maria Strambi, scrive che alla nascita, la stanza si illuminò di una luce misteriosa: la madre e la donna che la assisteva al parto, intuirono già che quel bambino sarebbe stato uno strumento di luce per il mondo... Di quella luce, ancora nel pieno del tempo di Natale, abbiamo fatto esperienza anche noi, figli e figlie di Paolo della Croce, raggiunti dal dono della memoria passionis come espressione della misericordia del Padre che ha donato suo Figlio Gesù fino alla croce e alla resurrezione. Possa lo spirito di Paolo, rinnovare e ringiovanire noi Passionisti e Passioniste di oggi, perché possiamo anche noi essere portatori di quella luce di cui l'umanità ha fame e sete oggi. Auguri Paolo della Croce! Auguri Famiglia Passionista!

Leggi tutto...
Congregazione Passioniste Display Social Media Icons beautifully using CSS3
Congregazione Suore Passioniste
di San Paolo della Croce

Curia Generalizia
Via Don Carlo Gnocchi, 75
00166 ROMA

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per saperne di più.

Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.