Suore Passioniste
Menu
Con Maria credo nel Figlio di Dio

Con Maria credo nel Figlio di Dio

Il giorno 6 agosto 2...

Festa di Maria Addolorata

Festa di Maria Addolorata

La festa di Maria Ad...

ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE

ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE

L'albero della Croce...

Scuola Beata Giovanna

Scuola Beata Giovanna

La comunità educativ...

Atto riparativo

Atto riparativo

Amare i nemici Nel ...

Messaggio di solidarietà alle Suore Missionarie Saveriane

Messaggio di solidarietà alle Suore…

Pubblichiamo il mess...

Cisternino @ 100 anni…

Cisternino @ 100 anni…

Cisternino, 100 anni...

Novena di Maria Addolorata

Novena di Maria Addolorata

A te, piccola e umil...

Formazione delle Superiore a Casa Madre

Formazione delle Superiore a Casa M…

La formazione delle ...

Novena di Maria Addolorata

Novena di Maria Addolorata

Maria, Madre di Cris...

Prev Next
A+ A A-

Delegazione Santo Spirito

Atto riparativo

17 gennaio 2019

Vittime della tratta

E che voi siete figli lo prova il fatto che Dio mandò nei nostri cuori lo Spirito del suo Figlio, il quale grida: «Abbà! Padre!». 7Quindi non sei più schiavo, ma figlio e, se figlio, sei anche erede per grazia di Dio. (Gal 4, 6-7)


Nel nostro mondo confuso nella distinzione tra bene e male, cresce il dramma della tratta degli esseri umani. Oltre alla schiavitù spirituale, c’è anche quella materiale delle persone, che assume dimensioni sempre maggiori.

Unendoci al mistero della Passione di Gesù, presente nella sofferenza quotidiana delle persone vittime del traffico umano, vogliamo riparare:
* la strumentalizzazione delle persone per raggiungere i propri obiettivi e la mancanza di rispetto verso la dignità della persona umana;
* le nostre parole e gli atteggiamenti che possono ferire gli altri.

Impegno di vita:
Ci impegnamo a fare atti concreti per rafforzare le relazioni umane nelle nostre comunità, nelle famiglie e nella missione. Diciamo insieme la preghiera a santa Bakhita, offrendola per le persone colpite dal traffico di esseri umani:

Santa Giuseppina Bakhita, da bambina sei stata venduta come schiava e hai dovuto affrontare difficoltà e sofferenze indicibili.
Una volta liberata dalla tua schiavitù fisica, hai trovato la vera redenzione nell’incontro con Cristo e la sua Chiesa.
Santa Giuseppina Bakhita, aiuta tutti quelli che sono intrappolati nella schiavitù.
A nome loro, intercedi presso il Dio della misericordia, in modo che le catene della loro prigionia possano essere spezzate.
Possa Dio stesso liberare tutti coloro che sono stati minacciati, feriti o maltrattati dalla tratta e dal traffico di esseri umani. Porta sollievo a coloro che sopravvivono a questa schiavitù e insegna loro a vedere Gesù come modello di fede e di speranza, così che possano guarire le proprie ferite.
Ti supplichiamo di pregare e intercedere per tutti noi: affinché non cadiamo nell’indifferenza, affinché apriamo gli occhi e possiamo guardare le miserie e le ferite di tanti fratelli e sorelle privati della loro dignità e della loro libertà e ascoltare il loro grido di aiuto. Amen.
Santa Giuseppina Bakhita, prega per noi.
(Preghiera pronunciata in piazza San Pietro da Papa Francesco il 10 febbraio 2019)

Leggi tutto...

Atto riparativo

10 gennaio 2020

Rispetto per il dono della Vita

Ti lodo, perché mi hai fatto come un prodigio; sono stupende le tue opere… (Salmo 139, 14)

Siamo stati chiamati alla vita dal desiderio di Dio, plasmati dal suo Amore per prenderci cura di questo dono in noi e e negli altri. Alla luce della nostra vocazione ad essere memoria della Passione di Gesù, ognuna di noi è chiamata a difendere la vita attraverso la gratitudine personale a Dio e l'impegno concreto nei confronti del nostro prossimo.

Vogliamo riparare:
- la mancanza di rispetto della vita dal concepimento fino alla morte naturale nelle nostre società;

Impegno di vita:
Ripetiamo spesso: ”Ti lodo, perché mi hai fatto come un prodigio; sono stupende le tue opere…” (Salmo 139, 14) e ci impegniamo al rispetto verso gli altri e verso la vita nelle nostre scelte quotidiane.

Leggi tutto...

Atto riparativo

"La famiglia Nazareth ci obbliga a riscoprire la chiamata e la missione della famiglia, ogni famiglia: fare spazio a Gesù che viene. Ricevere Gesù in famiglia, nei figli, nel marito, nella moglie e nei nonni, affinché Gesù sia in essa.” Papa Francesco, 2.10.2015.

Ognuno di noi, indipendentemente dalla vocazione ricevuta, viene chiamato dal mondo ed è inviato ad esso. Siamo chiamati ad essere vicino alla famiglia: alla sua vita quotidiana, le gioie e le preoccupazioni. Spesso diventiamo i primi confidenti di questa quotidianità che ci rende responsabili di ciò che sappiamo.

Vogliamo riparare:
- la nostra indifferenza verso i problemi delle famiglie che condividono con noi la loro vita;
- la mancanza di aiuto con la preghiera, nostra e della società, verso le famiglie, specialmente quelle in difficoltà.

Impegno di vita
In questa settimana siamo particolarmente sensibili alle famiglie che hanno bisogno di qualsiasi forma di aiuto da parte nostra, cercando un gesto concreto di sostegno, almeno con la preghiera.

Preghiamo:
Dio, Tu nella Sacra Famiglia ci hai dato un modello di vita, fa’ che uniti dall'amore reciproco imitiamo nelle nostre famiglie e nelle nostre
comunità le sue virtù ed arriviamo alla gioia eterna nella tua casa. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Congregazione Passioniste Display Social Media Icons beautifully using CSS3
Congregazione Suore Passioniste
di San Paolo della Croce

Curia Generalizia
Via Don Carlo Gnocchi, 75
00166 ROMA

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per saperne di più.

Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.