Suore Passioniste
Menu
Con Maria credo nel Figlio di Dio

Con Maria credo nel Figlio di Dio

Il giorno 6 agosto 2...

Festa di Maria Addolorata

Festa di Maria Addolorata

La festa di Maria Ad...

ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE

ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE

L'albero della Croce...

Scuola Beata Giovanna

Scuola Beata Giovanna

La comunità educativ...

Atto riparativo

Atto riparativo

Amare i nemici Nel ...

Messaggio di solidarietà alle Suore Missionarie Saveriane

Messaggio di solidarietà alle Suore…

Pubblichiamo il mess...

Cisternino @ 100 anni…

Cisternino @ 100 anni…

Cisternino, 100 anni...

Novena di Maria Addolorata

Novena di Maria Addolorata

A te, piccola e umil...

Formazione delle Superiore a Casa Madre

Formazione delle Superiore a Casa M…

La formazione delle ...

Novena di Maria Addolorata

Novena di Maria Addolorata

Maria, Madre di Cris...

Prev Next
A+ A A-

Dal Consiglio generale

Novena alla Vergine Addolorata, settembre 2020 (day 7 – 12 settembre)

Novena alla Vergine Addolorata, settembre 2020 (day 7 – 12 settembre)

+ O DIO VIENI A SALVARMI…
Intenzioni del giorno, secondo il Calendario della Congregazione e delle sorelle defunte

P.: (insieme) Ti veneriamo Maria, madre, maestra, guida e regina della Nostra Congregazione nel ricordo degli eventi della tua vita. Nell’essere scelta come Madre del Figlio di Dio, hai ricevuto tutti i doni e le grazie necessarie per adempiere questa missione. Celebrando le tue glorie lodiamo Dio per il suo inestimabile amore verso di noi manifestatosi nell’opera della Redenzione, nella quale come Madre sollecita e addolorata hai profuso la tua maternità misericordiosa. -

Di te si dicono…

Al posto dell’Angelus tradizionale si propone il seguente secondo i giorni del Rosario
• Rallégrati, piena di grazia, il Signore è con te.
• Eccomi, sono la Serva del Signore, si faccia di me secondo la tua parola. Ave…
• Beata tu che hai creduto alla Parola del Signore.
• L’anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio mio Salvatore. Ave…
• Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo pose in una mangiatoia.
• Maria, da parte sua, custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo cuore. Ave…

P.: CON MARIA ADDOLORATA, REGINA DELLA FAMIGLIA PASSIONISTA, MADRE, MAESTRA E GUIDA DELLA NOSTRA CONGREGAZIONE, OFFRIAMO ALLA TRINITÀ LA NOSTRA GIORNATA:

Mio Dio, trinità santissima, mi unisco alla lode perenne di tutto il creato per adorarti, amarti ringraziarti. Senza di te sono nulla, ma poiché mi chiami a partecipare al mistero della Redenzione, ti offro nelle piaghe di Gesù tutte le azioni, i pensieri, le gioie, le sofferenze di questo giorno come atti di riparazione per i peccati del mondo. Con Maria ai piedi della Croce voglio dirti il mio “SI” per vivere “oggi” la Passione di Gesù e con lui ottenere la salvezza di tutti gli uomini. – (si continua…)
Trinità santa, tu che hai illuminato il nostro Padre Paolo della Croce nel riconoscere, vivere e annunciare il carisma della Passione, tramite l’intercessione di Maria, Madre rivestita a lutto per la morte del suo figlio, continua a farci dono della sua presenza materna.
Padre Santo, aiutaci a leggere, come te, gli appelli che Maria, Madre Addolorata, ci rivolge nell’oggi della storia. Aiutaci a leggere i “segni” del divino nelle sue lacrime. Donaci il coraggio di rispondere con la vita al suo invito alla conversione, alla preghiera, alla testimonianza e ad essere memorie grate e credibili dell’amore Crocifisso per la salvezza dell’umanità.

SETTIMO GIORNO: Contempliamo Maria, venerata a Zeitoun (Egitto) come “Nostra Signora della Luce” che, silenziosamente invita tutti i suoi figli a superare le false barriere imposte dalle differenze culturali, religiose, etniche, per raccogliersi attorno all’ulivo della Pace.

LA STORIA: La chiesa copta della Vergine Maria della Luce a Zeitoun, nelle immediate vicinanze del Cairo (Egitto), fu fatta costruire nel 1924 in seguito all’invito della Madonna rivolto a Khalil Pasha Ibrahim. In sogno, Ella gli chiese di costruire una chiesa a lei dedicata, promettendo di riapparire 50 anni più tardi.
Alle ore 20,30 del 2 Aprile 1968, esattamente 50 anni dopo, tra le cupole della chiesa copta di Zeitoun, ci fu la prima di una lunga serie di apparizioni. Tra i primi ad accorgersi dell’apparizione furono due meccanici musulmani che lavoravano in un’officina di riparazioni auto, posta di fronte alla chiesa. Richiamati da qualcosa che stava accadendo nella strada, uscirono di corsa e videro una giovane signora vestita di bianco che camminava sulla cupola principale del tempio. Credendo che fosse una ragazza aspirante suicida e che potesse precipitare, data l’impossibilità di camminare sulla sfericità della cupola, i due le urlarono di fermarsi. La figura era circondata da un intenso alone luminoso e si inchinava ogni volta che passava accanto alla croce che sovrastava la cupola principale. Qualcuno tra la gente che si stava raccogliendo in strada ad ammirare l’inconsueta scena gridò: “E’ la Vergine Maria”. La folla accorsa per ammirare il fenomeno bloccò il traffico stradale.

P.: A Zeitoun, migliaia di persone di diverse denominazioni e religioni, egiziane e straniere, membri del clero e scienziati, di varie classi e professioni, hanno assistito alle apparizioni. La descrizione di ciascuna di esse in base al momento, all’ubicazione e alla configurazione coincide in tutti i testimoni, il che fa sì che questa apparizione sia unica e sublime. La settimana seguente il fatto si è ripetuto, ed è continuato due o tre volte a settimana per ben tre anni, fino al 1971. Molti hanno creduto che si trattasse della Vergine Maria vestita di luce. Questa apparizione si è verificata in un momento in cui il Medio Oriente era in una fase di agitazione e dopo che l’Egitto era stato sconfitto nella guerra arabo-israeliana. L’apparizione ha dato speranza alla gente in un momento di oscurità e ha rafforzato la fede di molti. Durante tutte le apparizioni Maria tace.
Il termine Zeitoun significa olivo, simbolo della pace. Molti vedono in ciò un silente invito mariano al dialogo inter-ecumenico e interreligioso, causa di tante guerre.

FATE QUELLO CHE EGLI VI DIRÀ
Salmo 133: 1-3
Ecco quanto è buono e quanto è soave che i fratelli vivano insieme! E' come olio profumato sul capo, che scende sulla barba, sulla barba di Aronne, che scende 'lo della sua veste. E' come rugiada dell'Ermon, che scende sui monti di Sion. Là il Signore dona la benedizione e la vita per sempre.

Silenzio orante - Meditiamo personalmente:
•Cosa mi dice il silenzio di Maria?
•Che senso posso dare al suo gesto di inchinarsi davanti alla Croce e al suo essere rivestita sempre di luce?
•Come esprimo la mia gratitudine a Maria per la sua presenza nella vita dell’umanità?
•Come contribuisco a lenire la passione che la Madre ed il Figlio continuano a “patire” silenziosamente nell’oggi della storia?

P.: Sorelle, in questa apparizione riconosciuta dalla Chiesa copta e rispettata e visitata dalla Chiesa Cattolica, tramite il Pontefice Paolo VI, qualche volta la Vergine si è presentata con il bambino fra le braccia ma non ha profferito una sola parola e nessun messaggio è stato comunicato. Questo, che a prima vista può sembrare un difetto, al contrario è un pregio che ne avvalora l’oggettività; con il suo silenzio e la sua presenza, Maria ha potuto parlare ai cattolici, ai copti, ai musulmani ed ai non credenti. Ciò ha funzionato come elemento di aggregazione. Chiediamo il suo aiuto per diventare strumenti di pace e di solidarietà:

Vergine Maria, Madre della Luce, prega per noi.

-Madre nostra, che nel Vangelo ha proferito poche parole, ma sei stata sempre attenta alle necessità di chi era nel bisogno, intercedendo presso il Figlio tuo, trasformaci in operatori di pace, di concordia perché il Regno di Cristo si realizzi in noi, tra noi e nel mondo intero. Vergine…
-Aiutaci a trasformare le comunità religiose, ecclesiali e civili in ambiti di pace, di prosperità e di giusta libertà per tutti gli esseri umani. Ogni figlio tuo possa ricevere e donare solidarietà dove “giustizia e pace si baceranno”. Vergine…
-Ti affidiamo la Chiesa, Papa Francesco, i vescovi, tutto il popolo di Dio perché nell’unità desiderata dal tuo Figlio possano contribuire con la testimonianza di vita al bene dell’umanità e tutti si adoperino a costruire un mondo migliore. Vergine…
-A te affidiamo il dialogo ecumenico e interreligioso perché ogni realtà si proponga come dispensatrice di pace, di dialogo e di profondo rispetto. Vergine…
-Per ogni membro delle nostre comunità religiose e per i membri della CLP, perché con l’offerta e la condivisione dei propri talenti tutti contribuiscano a rendere sempre più luminoso e santo il volto della Congregazione. Vergine…

PREGHIAMO LA MADONNA DELLA LUCE

“Vergine Immacolata,
Tu che hai accolto la luce del Santo Spirito
e sei divenuta la casa del Dio vivente,
Madre della luce, veglia sui tuoi figli,
specialmente su quelli che hanno seguito tuo Figlio
e sono stati perseguitati.
Noi ti chiediamo d’impedire che il mondo
possa colpire la verità e la giustizia.
Togli la pietra che hanno al posto del cuore
e che li spinge ad uccidere in nome della religione.
Possa la tua luce rischiararci tutti!”. Amen

Leggi tutto...

Auguri di Buon Natale

S. Natale 2019

“…il presepe è un invito a “sentire”, a “toccare” la povertà che il Figlio di Dio ha scelto per sé nella sua Incarnazione. E così, implicitamente, è un appello a seguirlo sulla via dell’umiltà, della povertà, della spogliazione, che dalla mangiatoia di Betlemme conduce alla Croce. È un appello a incontrarlo e servirlo con misericordia nei fratelli e nelle sorelle più bisognosi”.
(Admirabile signum, 3)

La gioia del Natale ci invita a seguire Gesù e a conformare la nostra vita alla sua nella povertà, nel servizio e nella misericordia.
È quanto imploriamo nella preghiera e auguriamo per noi e per tutti in questo Santo Natale e nel nuovo anno che iniziamo nel Suo nome.

Sr Maria Dalessandro cp
e le Sorelle del Consiglio Generale

Leggi tutto...

Cosa è la Visita Canonica

La visita canonica prende questo nome perché è predisposta dal Codice di Diritto Canonico che chiede alla Superiora Generale e alle Superiore Provinciali di realizzarla almeno una volta nel mandato. Al di là del fatto di essere un adempimento, è in realtà un evento che raggiunge ogni Sorella ed ogni comunità della Congregazione. E' un momento di grazia che si svolge sempre in un contesto di incontro personale e comunitario in un clima fraterno, caratterizzato da amicizia, ascolto reciproco, spirito di fede, preghiera. È sempre un momento favorevole, un kairos, in cui si verifica il cammino personale e quello della comunità, ci si domanda di fronte alla Parola cosa Dio vuole da noi, cosa ci chiedono la Chiesa e la storia, soprattutto i fratelli e le sorelle che soffrono... Il tema della visita canonica di questo mandato è di taglio passiologico: Abbiate in voi gli stessi sentimenti che furono in Cristo Gesù... A partire dalla contemplazione di Cristo Servo obbediente fino alla croce, ci sentiamo interpellate a costruire comunità fraterne dove il punto di unione non sono i nostri compromessi, ma la Sua presenza misericordiosa, il Vangelo e il mandato missionario. Pregate per noi!

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Congregazione Passioniste Display Social Media Icons beautifully using CSS3
Congregazione Suore Passioniste
di San Paolo della Croce

Curia Generalizia
Via Don Carlo Gnocchi, 75
00166 ROMA

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per saperne di più.

Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.