Suore Passioniste
Menu
Con Maria credo nel Figlio di Dio

Con Maria credo nel Figlio di Dio

Il giorno 6 agosto 2...

Festa di Maria Addolorata

Festa di Maria Addolorata

La festa di Maria Ad...

ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE

ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE

L'albero della Croce...

Scuola Beata Giovanna

Scuola Beata Giovanna

La comunità educativ...

Atto riparativo

Atto riparativo

Amare i nemici Nel ...

Messaggio di solidarietà alle Suore Missionarie Saveriane

Messaggio di solidarietà alle Suore…

Pubblichiamo il mess...

Cisternino @ 100 anni…

Cisternino @ 100 anni…

Cisternino, 100 anni...

Novena di Maria Addolorata

Novena di Maria Addolorata

A te, piccola e umil...

Formazione delle Superiore a Casa Madre

Formazione delle Superiore a Casa M…

La formazione delle ...

Novena di Maria Addolorata

Novena di Maria Addolorata

Maria, Madre di Cris...

Prev Next
A+ A A-

Provincia San Giuseppe

Atto riparativo

“Ma ora non c’è più condanna per quelli che appartengono a Gesù Cristo”.(Rm 8.1)

Se parliamo di tratta degli esseri  umani non si finirà mai. Questo perché è un problema difficile a debellarsi. Sopratutto oggi in cui ci sono tra le vittime anche molti bambini. Loro sono ancora innocenti, non sanno nulla  di  questa vita e di quanto sia dura. Loro hanno diritto ad una vita piena e a goderla. Purtroppo la  vita di questi bambini viene sfruttata per soddisfare l’egoismo degli uomini. Quando finirà tutto questo? Quando questi bambini  potranno vivere un futuro sereno e degno di una creatura umana creata a immagine e somiglianza di Dio? Quando potranno esprimere un sorriso di gioia e felicità? Questo è  il nostro compito, la nostra missione: accogliere l’infanzia abbandonata e in pericolo, condurla alla libertà e alla felicità. 

Vogliamo riparare
La mancanza di apertura di cuore, sensibilità, responsabilità e sollecitudine nel cogliere il fenomeno dei bambini abbandonati e scomparsi. La mancanza di attenzione nel prevenire i loro bisogni e desideri.

Impegno di vita
In questa settimana ci impegniamo a porgere particolare attenzione ai bambini di cui ci prendiamo cura tramite la nostra missione educativa-evangelizzatrice. Trasmettere loro l’amore di Dio mediante la nostra disponibilità a saper ascoltare il loro grido di aiuto e rispondere ai loro bisogni.

Preghiamo:
O Dio, Padre misericordioso custodisci I bambini che si trovano in difficoltà. Proteggili e veglia su di loro. La tua luce illumini le loro menti, i loro cuori e la tua grazia e benedizione accompagnino sempre il cammino della loro vita. Amen.

Leggi tutto...

Atto riparativo

“Qualora mio padre e mia madre m’abbandonino, il Signore mi accoglierà.”(Sl 27.10)

 La coscienza parla della verità. Gesù stesso dice di non uccidere.  Perché succede  l’aborto? Perché non si ascolta la coscienza. L’aborto significa uccidere la vita. La vita che sta sorgendo, la vita che vuole crescere e che  purtroppo  non lo si  permette. Dio ama la vita.  Abortire, si può anche  dire,  che è come un uccidere Dio.  Perché Lui è la vita. Che cosa dobbiamo fare? Che cosa possiamo fare? Il nostro compito è essere  donne di Dio. Essere forti e coraggiose per impedire che questo avvenga. Come Dio è la vita, così anche noi dobbiamo promuovere e custodire la vita.  Dio è amore così anche noi dobbiamo amare con il Suo stesso amore. Donare amore per custodire e far crescere la vita che conduce a Dio.

Vogliamo riparare
La mancanza di  testimonianza d’amore. La mancanza di responsabilità nel custodire il dono della vita. L’atteggiamento passivo nel  lasciare andare senza porgere aiuto.

Impegno di vita
Questa settimana mi impegno a seguire la voce di Dio,  cioè compiere responsabilmente, nella mia vita quotidiana,  il compito che Lui mi ha affidato e a pregare per coloro che minacciano la vita nascente. 

Preghiamo:
O Dio nostro Padre che nel Tuo infinito amore per noi, vuoi che tutti gli uomini siano salvi. Ti affidiamo i bambini che oggi saranno uccisi mediante l’aborto nel grembo delle loro madri. Fa’ che questi madri possano incontrare persone che  le illuminano e le aiutino a comprendere il valore della vita e le sostengano ad accoglierla ed affrontare le varie difficoltà. Amen.

 

Leggi tutto...

Atto riparativo

“O Dio, Tu mi hai ammaestrato fin dalla mia fanciullezza, e fino ad oggi io ho annunziato le tue meraviglie. E anche ora che son diventato vecchio e canuto, o Dio, non abbandonarmi fino a che abbia raccontato la tua Potenza a questa generazione e i tuoi prodigi a tutti quelli che verranno”. ( Sal 71. 17-18)

Anziani o anziane, vecchi o vecchie, nonni o nonne, sono tanti i modi per definire ed indicare sensazioni, pensieri ed emozioni  sperimentati nell’ultimo tratto del viaggio della nostra vita. Come vediamo gli anziani? Come stare vicino a loro? È un periodo della vita da cui nessuno può scappare. Nel senso che poco a poco tutti arriveremo a questo periodo. Mentre siamo ancora forti, dobbiamo essere per gli anziani come le loro due mani e i loro  due piedi in modo che loro si sentano ancora forti  per continuare il cammino  e  l’esperienza della vita,  e poter così continuare a sorridere. Stare vicino a loro, come Gesù lo è sempre accanto a noi.

Vogliamo riparare
La nostra mancanza nel guardare gli anziani con gli stessi  occhi di Dio. Saper cogliere le loro necessità per poterli accompagnare e non farli sentire soli.

Impegno di vita
Questa settimana mi impegno ad essere disponibile per ascoltare quello che gli anziani vogliono raccontare, parlare. E porgere attenzione a tutto  quello che loro vogliono mostrare.

Preghiamo:
O Dio Eterno, che nel passare degli anni  Tu rimani sempre lo stesso, sii vicino a coloro che sono anziani. Sebbene il loro corpo si indebolisce, fa’ che il loro spirito sia forte, perché con pazienza possano sopportare il peso delle stanchezze, delle noie. Insegnaci a dare loro conforto e gioia  anche con momenti ricreativi e di festa.  Amen.

Leggi tutto...

Atto riparativo

“Dio è un giusto giudice, un Dio che si sdegna ogni giorno”. (Sal 7,11)

La forza della donna sta nel suo cuore. Per questo da sempre e fino ad oggi    la donna diventa vittima, perché non può reagire a quello che le succede. Purtroppo questo accade a tante donne. Chi può aiutare loro? La donna porta la vita, quindi, come la vita potrà essere buona se lei ne diventa la vittima?  Dobbiamo essere come uno specchio per le donne. Uno specchio di Dio. Quando le guardiamo, stiamo guardando Dio, come accade per noi: noi vogliamo rivelare Dio. Noi possiamo trasmettere loro la forza di Dio stando accanto a loro. In tal modo esse possono sentire la presenza e la misericordia di Dio.

Vogliamo riparare
La nostra mancanza di tempo, avvicinare il cuore per essere disponibili per alle loro necessità.  Vogliamo riparare la mancanza di vera amicizia che si pone al loro lato per sentire e ascoltare la loro voce e le loro necessità.

Impegno di vita
Questa settimana mi impegno a donare un po’ del mio tempo per essere accanto a chi ha bisogno, soprattutto le donne che incontriamo. Esprimiamo l’amore di Dio tramite la nostra testimonianza di vita. Vinciamo la paura e siamo la mano di Dio che è pronto per aiutarle.

Preghiamo:
O Dio Onnipotente, Tu che illumini  il nostro cuore ed il nostro cammino, ti preghiamo per le donne che hanno bisogno di aiuto. Portiamo la loro vita a te e la deponiamo nelle tue mani. Proteggile sempre. Aiutaci a vederle come tu le vedi, con amore e misericordia. Amen

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Congregazione Passioniste Display Social Media Icons beautifully using CSS3
Congregazione Suore Passioniste
di San Paolo della Croce

Curia Generalizia
Via Don Carlo Gnocchi, 75
00166 ROMA

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per saperne di più.

Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.