Atto riparativo

“Ora a Gerusalemme c’era un uomo di nome Simeone, uomo giusto e timorato di Dio, che aspettava il conforto d’Israele; lo Spirito Santo che era sopra di lui, gli aveva preannunziato che non avrebbe visto la morte senza prima aver veduto il Messia del Signore…  
C’era anche una profetessa, Anna, figlia di Fanuèle, della tribù di Aser. Era molto avanzata in età, aveva vissuto col marito sette anni dal tempo in cui era ragazza, era poi rimasta vedova e ora aveva ottantaquattro anni. Non si allontanava mai dal tempio, servendo Dio notte e giorno con digiuni e preghiere.” (Lc 2, 25 – 26; 36; 37b)

Il vecchio Simeone e la profetessa Anna, molto avanti negli anni, sono il segno che Dio non ha preferenze di età e che lo possiamo incontrare in ogni tappa della vita.
Le persone anziane e malate sono un dono per il mondo che, al contrario, molto spesso li rifiuta e usa loro violenza allontanandoli e, molto peggio, decidendo di porre fine alla loro vita.
L’eutanasia provoca una grande ferita nelle società, ma soprattutto reca tanta sofferenza a quelli, che nell’età tarda hanno ancora tanto da dire al mondo e si vedono minacciati nel loro diritto alla vita.
“La violenza verso le persone anziane è così inumana come verso i bambini. Le persone anziane hanno come compito condividere nella famiglia e nella società la propria sapienza e la fede”, ricorda Papa Francesco.

Vogliamo riparare:

  • Il peccato dell’eutanasia attraverso la promozione della cultura della vita dal momento del concepimento fino alla morte.
  • L’ingiustizia sociale, che mette al margine le persone anziane e malate, privandole dei mezzi di sussistenza ed assistenza medica
  • La mancanza verso le persone anziane e malate attraverso il dono del tempo, il dialogo, il sorriso, la preghiera con loro.

Preghiera:
O Padre, Tu che sei vicino ad ogni uomo e in ogni tappa della sua vita, grazie per le persone anziane che mantengono vivo il dialogo tra le generazioni e grazie per la fede che ci hanno  tramandato.  Per intercessione di San Giovanni Paolo II, che ha fatto vedere al mondo la ricchezza dell’ultima tappa della vita, dona alle persone anziane la forza per vincere la tentazione dello scoraggiamento e dona loro la fede di credere che Tu sempre ci ami, indipendentemente dall’aspetto fisico, il passato e la salute. Amen.

RECENTI