Atto riparativo

“La famiglia Nazareth ci obbliga a riscoprire la chiamata e la missione della famiglia, ogni famiglia: fare spazio a Gesù che viene. Ricevere Gesù in famiglia, nei figli, nel marito, nella moglie e nei nonni, affinché Gesù sia in essa.” Papa Francesco, 2.10.2015.

Ognuno di noi, indipendentemente dalla vocazione ricevuta, viene chiamato dal mondo ed è inviato ad esso. Siamo chiamati ad essere vicino alla famiglia: alla sua vita quotidiana, le gioie e le preoccupazioni. Spesso diventiamo i primi confidenti di questa quotidianità che ci rende responsabili di ciò che sappiamo.

Vogliamo riparare:
– la nostra indifferenza verso i problemi delle famiglie che condividono con noi la loro vita;
– la mancanza di aiuto con la preghiera, nostra e della società, verso le famiglie, specialmente quelle in difficoltà.

Impegno di vita
In questa settimana siamo particolarmente sensibili alle famiglie che hanno bisogno di qualsiasi forma di aiuto da parte nostra, cercando un gesto concreto di sostegno, almeno con la preghiera.

Preghiamo:
Dio, Tu nella Sacra Famiglia ci hai dato un modello di vita, fa’ che uniti dall’amore reciproco imitiamo nelle nostre famiglie e nelle nostre
comunità le sue virtù ed arriviamo alla gioia eterna nella tua casa. Per Cristo nostro Signore. Amen.

RECENTI