Atto riparativo

17 gennaio 2019

Vittime della tratta

E che voi siete figli lo prova il fatto che Dio mandò nei nostri cuori lo Spirito del suo Figlio, il quale grida: «Abbà! Padre!». 7Quindi non sei più schiavo, ma figlio e, se figlio, sei anche erede per grazia di Dio. (Gal 4, 6-7)


Nel nostro mondo confuso nella distinzione tra bene e male, cresce il dramma della tratta degli esseri umani. Oltre alla schiavitù spirituale, c’è anche quella materiale delle persone, che assume dimensioni sempre maggiori.

Unendoci al mistero della Passione di Gesù, presente nella sofferenza quotidiana delle persone vittime del traffico umano, vogliamo riparare:
* la strumentalizzazione delle persone per raggiungere i propri obiettivi e la mancanza di rispetto verso la dignità della persona umana;
* le nostre parole e gli atteggiamenti che possono ferire gli altri.

Impegno di vita:
Ci impegnamo a fare atti concreti per rafforzare le relazioni umane nelle nostre comunità, nelle famiglie e nella missione. Diciamo insieme la preghiera a santa Bakhita, offrendola per le persone colpite dal traffico di esseri umani:

Santa Giuseppina Bakhita, da bambina sei stata venduta come schiava e hai dovuto affrontare difficoltà e sofferenze indicibili.
Una volta liberata dalla tua schiavitù fisica, hai trovato la vera redenzione nell’incontro con Cristo e la sua Chiesa.
Santa Giuseppina Bakhita, aiuta tutti quelli che sono intrappolati nella schiavitù.
A nome loro, intercedi presso il Dio della misericordia, in modo che le catene della loro prigionia possano essere spezzate.
Possa Dio stesso liberare tutti coloro che sono stati minacciati, feriti o maltrattati dalla tratta e dal traffico di esseri umani. Porta sollievo a coloro che sopravvivono a questa schiavitù e insegna loro a vedere Gesù come modello di fede e di speranza, così che possano guarire le proprie ferite.
Ti supplichiamo di pregare e intercedere per tutti noi: affinché non cadiamo nell’indifferenza, affinché apriamo gli occhi e possiamo guardare le miserie e le ferite di tanti fratelli e sorelle privati della loro dignità e della loro libertà e ascoltare il loro grido di aiuto. Amen.
Santa Giuseppina Bakhita, prega per noi.
(Preghiera pronunciata in piazza San Pietro da Papa Francesco il 10 febbraio 2019)

RECENTI