Atto riparativo

Atto riparativo
Venerdì 1 ottobre 2021
(Curia Generalizia)
«Guai a te, Corazìn, guai a te, Betsàida! Perché, se a Tiro e a Sidòne fossero avvenuti i prodigi che avvennero in mezzo a voi, già da tempo, vestite di sacco e cosparse di cenere, si sarebbero convertite ( Lc 10,13).
Gesù si fa presente nella nostra vita e questa Sua presenza ci provoca e ci mette in missione, cioè si irradia attraverso di noi ai fratelli e alle sorelle intorno a noi. Dio ci offre la possibilità di accogliere la grazia della conversione.
Vogliamo riparare il peccato dell’indifferenza personale, comunitaria e sociale che “ci rende insensibili al grido dei fratelli e delle sorelle, che ci fa vivere come in bolle di sapone, che sono belle, ma non sono nulla, sono l’illusione del futile, del provvisorio, che porta all’indifferenza verso gli altri, anzi porta alla globalizzazione dell’indifferenza” (Papa Francesco).
Impegno di vita: Accogliere l’opportunità della conversione e essere misericordiosi con gli altri.
Preghiamo con la mediazione di S. Teresa di Gesù Bambino, che celebriamo oggi: O Bambino, mio unico tesoro! io mi abbandono ai tuoi divini capricci, non voglio altra gioia che quella di farti sorridere. Imprimi in me le tue grazie e virtù infantili, affinché il giorno della mia nascita in cielo gli Angeli e i Santi riconoscano in me la tua piccola sposa Teresa di Gesù Bambino (Santa Teresa di Gesù Bambino).

RECENTI